informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Ariana Grande e Manchester: attualità e formazione

Commenti disabilitati su Ariana Grande e Manchester: attualità e formazione Studiare a Viterbo

La cantante Ariana Grande e la città di Manchester rimarranno legati a doppio filo tra loro per sempre. L’ha deciso la Storia. Quella brutta e crudele che ha ha tolto la vita a tantissimi ragazzi che erano andati per godersi il concerto e null’altro. Quella dolce e onorevole che ha visto reagire gli inglesi e la sua comunità di artisti in modo fiero e repentino con un concerto che ha donato emozioni forti per almeno due ore. L’Occidente non ha alcuna intenzione di piegarsi ai terroristi e questa vicenda lo dimostra. Siamo in guerra e, come in ogni guerra, si combattono le battaglie. Alcune si perdono ma altre si vincono. Se avete capito che, in un modo o nell’altro, anche voi fate parte dell’ingranaggio ma non volete essere parti passive, allora imparate da tutto questo e studiate questa mini-guida che vi illustra come tutto ciò si leghi alla formazione che vi offre Unicusano Viterbo. Curiosi? Tra master, concorsi pubblici ed opportunità di lavoro meno scontate, c’è molto da sapere. Iniziate il tutto con questo viaggio.

Ariana Grande teneva un concerto a Manchester. Alla fine del live alcuni terroristi hanno fatto esplodere le uscite di sicurezza e sono morti diversi ragazzi molto giovani. E’ stato un attacco carogna e vile che ha colpio il divertimento della nostra società. E’ stato un duro colpo che, però, non ci ha piegato.

Ecco perché, a distanza di pochissimio giorni con una bravura logistica unica, l’artista ha organizzato un evento con tantissimi artisti (tra cui i Coldplay e i Take That), che è stato come un urlo di ribellione a questa paura.

La formazione sulla sicurezza portrebbe essere il vostro urlo grazie ad un’offerta, quella di Unicusano Viterbo, che vi renderà professionisti in questo settore. Ecco qualche considerazione in merito.

Gli attentati più spaventosi

Dal lontano 11 settmbre 2001 sono passati un po’ di anni ed ormai siamo abituati a subire attacchi terroritistici nelle nostre città. E’ impossibile fare una lista sintetica completa tanto che questi scenari ci sono ormai così consueti e questo è il vero orrore.

Per salvarci dall’asuefazione, però, è molto importante avere a mente i limiti verso il basso. Ecco perché vi segnaliamo quelli che per Tag24.it sono i 3 attentati terroristici più spaventosi che sono questi:

  • Nizza – 14 luglio 2016
    La folla travolta da un camion è stata scioccante come immagine da vedere. I corpi dei bambini sotto i teli sono una ferita aperta che non rimargineremo mai più;
  • Londra – 22 marzo 2017
    Il colpo a Westminster ha lasciato il segno non perché sia andato in mezzo alla gente come altri casi ma perché ha avuto l’ardire di sfiorare il Parlamento inglese senza paura;
  • Charlie Hebdo – 7 gennaio 2015
    Al netto sui giudizi circa la satira di questo giornale, sembra ancora incredibile che dei giornalisti possa perdere la vita sul posto di lavoro per mano di un commando omicida.

I master in sicurezza internazionale

Il nostro Ateneo vi offre la chance di essere protagonisti e non spettatori del destino di questo paese. Come? Offrendovi una formazione post laurea sulla sicurezza che vi darà know-how unici e preziosi per le intelligence internazionali.

Se anche voi credete sia più utile imbracciare i libri invece di un fucile, ecco a chi si rivolgono i principali master in sicurezza internazionale che vi offre Unicusano Viterbo:

  • Appartenenti alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate;
  • Magistrati;
  • Funzionari Pubblici (Presidenza del Consiglio, Ministero degli Interni, Ministero della Difesa);
  • Ricercatori, Studiosi, Analisti di sicurezza interna, antiterrorismo, intelligence e politica internazionale;
  • Giornalisti;
  • Operatori privati nel settore della sicurezza;
  • Neolaureati in materie giuridiche e umanistichemaster in analista del medio oriente.

La scelta è ampia ed è in costante fermento. State collegati sul sito per avere aggiornamenti sui corsi circa la gestione della sicurezza nazionale e non solo.

Il concorso in Polizia

C’è un modo più istituzionale per diventare professionisti della sicurezza e cioè farlo all’interno dell’apparto Stato. In questi mesi, dopo decenni di totale immobilismo in tal senso, arriva un’unica opportunuità e cioè il concorso per entrare in Polizia.

Come funziona? Come affrontarlo al meglio? Quesiti (questi ed altri) a cui risponde la nostra università invitandovi ad iscrivervi al corso di Unicusano di preparazione al concorso di Polizia per Allievi agenti indetto dal ministero dell’Interno.

La preparazione su tutte le materie della prova d’esame cè garantita al 100% con video-lezioni 24 ore su 24 attive e tutti gli strumenti didattici della nostra realtà.

Come diventare un agente segreto

Non c’è più nulla di poetico in una realtà dove il sangue della gente sui marciapiedi è vero. Ecco perché, se avete amato i film di 007, dovete metterli da parte e pensare, invece, in modo pragmatico a come diventare un agente segreto in Italia.

Il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica (Sisr), la rete di organi e di autorità che coordina l’intelligence del Belpaese, ha una pagina “Lavora con noi”  attraverso candidare la propria posizione.

Le occasioni per lavorare nell’Intelligence italiana, con la giusta preparazione che Unicusano vi offre, non sono poche come ha spiegato il sottosegretario Marco Minniti, autorità delegata per la sicurezza della Repubblica:

“Abbiamo assunto 100 giovani in tre anni 50 dalle università e 50 con le selezioni delle domande arrivate al nostro sito, al quale sono pervenuti più di 8000 curricula. Altri ne assumeremo per lavorare con noi, perché il progetto della sinergia Intelligence-atenei non si fermerà”.

 

Ora che avete capito come si collega alla formazione di Unicusano Viterbo la storia di Ariana Grande e Manchester, non vi resta che continuare a tessere questa trama mettendo insieme i fili che arriveranno dagli articoli che, ogni giorno, ci impegniamo a pubblicare sul blog tematico universitario di Viterbo ma non solo. Abbiamo previsto un apposito form informativo per fugare ogni dubbio che troverai inevaso in questa mini-guida.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento:
  1. attività istituzionali dell'Università: la stessa potrà raccogliere i Vostri dati personali inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei; potrà, pertanto, successivamente trattare i Vostri dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento per la scelta del percorso universitario;

  2. attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili;

  3. attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti.

Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è consultabile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Vi informiamo, a tal riguardo, che l’Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’Avvocato Daniela Sasanelli, ad ulteriore garanzia dei Vostri diritti e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo. Il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it.

Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessari per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che non è prevista nessuna diffusione a soggetti indeterminati. Per tali adempimenti i soggetti terzi verranno nominati responsabili del trattamento.

Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi

Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali sono necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a Voi studenti.

Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE)

Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, avete diritto ad essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale, il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento. Detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccetto il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. Vi informiamo, inoltre. che in base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dall’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che, limitatamente ad alcuni dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento, purché non inficiano l’instaurazione e/o prosecuzione del rapporto.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali