informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Assessment Center: come fare bella figura con il tuo capo

Commenti disabilitati su Assessment Center: come fare bella figura con il tuo capo Studiare a Viterbo

Il tuo capo sta attuando dei controlli sui dipendenti attraverso l’assessment center? Oppure vuoi farti assumere in un’azienda che usa questa metodologia per la selezione del personale?

L’assessment center, generalmente, è molto più che un colloquio di gruppo, come a volte viene banalizzato. Anche se hai già esperienze lavorative o hai frequentato i migliori master, c’è ancora qualcosina che devi sapere sulla preparazione assessment center.

Se questo ti mette in agitazione, non preoccuparti: in questo articolo ti spiegheremo di cosa si tratta e come affrontarlo.

Le prove di assessment, infatti, sono utili al fine della valutazione delle attitudini e del potenziale di crescita dei dipendenti. Dai test di problem solving a quelli relativi all’organizzazione del lavoro o alle decisioni da prendere.

In poche parole, l’assessment center serve a verificare se hai o meno le capacità idonee a svolgere la tua attività professionale. Il tutto attraverso esercitazioni che simulano la realtà operativa.

Andiamo a capirne di più, dopo aver fatto queste doverose premesse.

Assessment center: cos’è

Assessment center traduzione: partiamo da qui. La trasposizione letterale, dall’inglese all’italiano, di assissment center è “centro valutazione”.

Come abbiamo già accennato, si tratta di una metodologia di verifica del possesso delle qualità utili a portare avanti un lavoro. Una tecnica che sta prendendo sempre più piede per i colloqui di gruppo per l’assunzione di nuovo personale (pensa a esempi giochi psicologici di gruppo). Ma anche per la valutazione dei dipendenti interni alle aziende.

Casi aziendali: esempi

L’assessment center è basata su dei test assessment “situazionali”, che richiedono lo svolgimento di compiti in grado di mettere in risalto gli aspetti professionali ed emotivi del lavoratore sottoposto alla prova. O dei lavoratori, in quanto il test può essere individuale o di gruppo.

L’utilizzo di questa metodologia all’interno di una azienda può avvenire per diversi motivi. Ecco alcuni dei più importanti:

  1. Selezionare nuovo personale;
  2. Valutazione del potenziale dei dipendenti interni;
  3. Verifica del grado di copertura del ruolo nell’organigramma aziendale;
  4. Prendere coscienza dei bisogni formativi del personale;
  5. Verifica del possesso delle capacità necessarie per ricoprire posizioni diverse;
  6. Accertare la presenza di risorse disponibili per fare fronte ad eventuali nuovi ruoli o la copertura di ruoli critici;
  7. Verifica delle risorse disponibili per fare fronte ad eventuali nuovi ruoli o alla copertura di ruoli critici;
  8. Sondare la possibilità di un adeguamento rispetto ad un ruolo.

Mentre gli ambiti nei quali verificare le qualità della persona/o delle persone sottoposte ai test sono essenzialmente quattro:

  1. Assessment Manageriale. Inerente le capacità di leadership, decisionali, organizzative e realizzative;
  2. Relazionale. Relativo a tutto ciò che concerne l’integrazione all’interno dell’azienda e la gestione dei rapporti umani e professionali sul lavoro;
  3. Intellettuale. Ovvero la capacità di problem solving di cui accennavamo in precedenza. Ma anche l’adattabilità e l’innovatività di pensiero;
  4. Gestione dei cambiamenti. Attinente la sfera motivazionale, la disponibilità ad acquisire nuove competenze e la capacità di adattamento ai mutamenti.

Ma se ti trovi a dover affrontare una prova assissment center fai attenzione: non viene valutato il comportamento in sé. Ciò che interessa maggiormente a chi organizza il test sono le tue caratteristiche personali e le tue potenzialità.

Assessment Center: test

colloquio di gruppoAlla luce di quanto detto fino a questo momento, possiamo affermare che le fondamenta su cui poggia l’assessment center sono due. Cioè la simulazione della realtà e l’avere un obiettivo specifico.

E che le prove che contraddistinguono questo metodo possono essere indivuduali o di gruppo.

Tra le prove di assessment di gruppo più importanti ed utilizzate troviamo, ad esempio:

  1. Dinamica di Gruppo. La prova consiste nel sostenere una discussione inerente un caso aziendale, anche all’interno di una vera riunione o in una situazione limite di emergenza. Se dovessi essere sottoposto a questo test, preparati immaginando cosa faresti per sopravvivere se ti trovassi coinvolto in un naufragio o in mezzo al deserto. Potrebbe esserti chiesto di trovare una soluzione a questi problemi in un arco temporale che va dai 45 ai 90 minuti.
  2. Role Playing. In questo caso si tratta di un vero e proprio gioco di ruolo. Come suggerisce lo stesso nome, tradotto dall’inglese. Tra i più classici Role Playing esempi, c’è quello di impersonificare una determinata figura dell’organigramma aziendale durante una riunione.

Per quanto riguarda invece l’ambito dell’assessment individuale test, ti suggeriamo di stare attento a:

  1. In basket. Potresti trovare sulla tua scrivania, tra la posta o i messaggi telefonici, una serie di problemi aziendali da risolvere attraverso le tue decisioni e capacità. Ne sarai in grado? Il test serve a verificare questo;
  2. Case Presentation: In questo caso ti verrà chiesto di elaborare una strategia aziendale, per poi presentarla in pubblico. Facile, penserai. Se non fosse che il tuo lavoro e la tua presentazione potrebbero essere soggette a continui cambiamenti imposti dall’alto. Oppure dovuti a cause di forza maggiore. Vere o presunte che siano. Lo scopo, chiaramente, è di verificare la tua flessibilità. E, inoltre, di osservare la tua capacità nel dominare i mutamenti di uno scenario lavorativo.

Assessment Unicredit

Esistono poi una serie di questionari comportamentali, volti ad indagare sulla tua personalità. Oltre a verificare se sei in possesso delle competenze di cui l’azienda ha bisogno. Dalle checklist di valutazione (o auto-valutazione), fino alle cosiddette “targeted interview”.

E poi le prove di coppia. Il più classico degli esempi è quello della “trattativa”. In cui una persona ha il ruolo del compratore e l’altra del venditore. Questo serve a verificare il tuo adattamento alle diverse situazioni.

Uno degli assessment center esempi pratici più famosi riguarda il reclutamento di UniCredit.

In merito all’assunzione di nuovo personale per le posizioni aperte, il noto gruppo di credito prevede spesso 3 step. Dopo l’acquisizione del curriculum vitae e un colloquio con le risorse umane, entra in gioco un assessment centre. Test indispensabile per poter poi arrivare all’ultimo e decisivo colloquio finale: quello con il Manager di riferimento.

Questo può durate mezza giornata o addirittura una intera. Si articola in una serie di prove individuali e di gruppo, studiate per mettere in evidenza le abilità dei candidati. Sia dal punto di vista tecnico che interpersonale e mentale.

Come affrontare una prova assessment center

Adesso hai le idee più chiare e ti senti pronto ad affrontare un assessment center?

Se ti trovi a fronteggiare un test del genere, cerca di essere innanzitutto te stesso. Soprattutto se ti trovi in mezzo ad una verifica per un ruolo che già ricopri. Se ti hanno assunto, significa che evidentemente hai le competenze professionali e le attitudini caratteriali per il lavoro che stai svolgendo.

Se invece ti candidi a ricoprire un nuovo incarico o per essere assunto, mentire è comunque controproducente. In questo ambito, infatti, le bugie possono avere le gambe ancora più corte del solito. Specialmente in un’azienda che adotta questi sistemi di reclutamento. Anche qualora dovessero assumerti, o promuoverti, si accorgerebbero presto dell’inganno.

Valorizza, piuttosto, i tuoi punti di forza e non strafare nelle situazioni in cui sei meno ferrato. E, soprattutto, mostra sempre ampia flessibilità e voglia di crescere sempre. Meglio essere un po’ carente in una competenza, ma predisposto a migliorarti, piuttosto che saper far tutto senza avere la voglia di impegnarti per l’azienda.

Ora sei pronto, dai un’occhiata a questa guida ogni volta che avrai dubbi. Se hai bisogno di ricordare le dinamiche più frequenti utilizzate in questa metodologia, sai dove trovarci.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento:
  1. attività istituzionali dell'Università: la stessa potrà raccogliere i Vostri dati personali inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei; potrà, pertanto, successivamente trattare i Vostri dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento per la scelta del percorso universitario;

  2. attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili;

  3. attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti.

Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è consultabile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Vi informiamo, a tal riguardo, che l’Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’Avvocato Daniela Sasanelli, ad ulteriore garanzia dei Vostri diritti e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo. Il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it.

Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessari per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che non è prevista nessuna diffusione a soggetti indeterminati. Per tali adempimenti i soggetti terzi verranno nominati responsabili del trattamento.

Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi

Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali sono necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a Voi studenti.

Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE)

Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, avete diritto ad essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale, il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento. Detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccetto il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. Vi informiamo, inoltre. che in base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dall’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che, limitatamente ad alcuni dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento, purché non inficiano l’instaurazione e/o prosecuzione del rapporto.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali