informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Il cyberbullismo spiegato ai bambini: intervento e prevenzione

Commenti disabilitati su Il cyberbullismo spiegato ai bambini: intervento e prevenzione Studiare a Viterbo

La cronaca è spesso piena di episodi di violenza che riguardano prevalentemente bambini e ragazzi molto giovani. E’ fondamentale trovare il modo per intervenire e prevenire questi casi. Il cyberbullismo spiegato ai bambini, anche se non semplice, è la strada per la soluzione.

Bullismo e cyberbullismo

Capire le motivazioni e le dinamiche è il primo passo per la prevenzione. La realtà è che spesso i bulli sono ragazzi con un profondo disagio psicologico. Manifestazioni di violenza ed aggressione sia fisica che verbale, infatti, denotano una serie di problematiche importanti.
Che gli adulti, sia genitori che insegnanti, devono saper riconoscere e gestire.
Di base il bullismo è un comportamento che si sviluppa all’interno di gruppi di ragazzi. Le dinamiche sono le classiche del “branco”. Un bambino o ragazzo più debole viene preso di mira da uno più aggressivo. Viene fatto oggetto di scherno, umiliazione ed a volte violenza fisica.
La cosa grave è che il resto del gruppo rimane passivo. La vittima quindi viene lasciata in balia del bullo, senza difesa, mentre il gruppo guarda e a volta incita.
Questo avviene perché il bullismo è una manifestazione di paura e intolleranza,  rispetto a ciò che è diverso, non aderente ai canoni sociali dei ragazzi o dei bambini.

Gli episodi di violenza non avvengono solamente di persona. Si assiste molto di frequente ad episodi di bullismo con mezzi telematici o con i social network. In questo caso si parla di cyberbullismo.

Quanto è diffuso il bullismo

Per capire la portata del fenomeno sociale basta leggere i quotidiani. Non solo si diffondono a macchia d’olio casi conclamati di aggressioni. Ma questi episodi, per la loro violenza e risonanza hanno spesso conseguenze tragiche. Basti pensare agli ultimi episodi di cronaca in cui, adolescenti, sono stati spinti fino a gesti estremi come il suicidio.
Questo accade in particolare per episodi di cyberbullismo.
La portata della diffusione in rete o sui social network infatti è imparagonabile rispetto ad episodi di violenza a scuola. La rete non si contiene. Le immagini o le notizie hanno una velocità di diffusione che spesso nemmeno i ragazzi capiscono bene.

cyberbullismo intervento e prevenzioneCome difendersi e prevenire

La soluzione migliore per difendersi e prevenire atti di bullismo è la conoscenza e la presa di coscienza.
Per gli adulti, sia genitori che insegnanti, significa avere gli strumenti giusti per riconoscere, gestire e prendere provvedimenti in casi a rischio.
Per i ragazzi ed i bambini è capire cosa significa essere vittime di aggressioni di questo tipo, difendere o denunciare.
Un esempio di cyberbullismo spiegato ai bambini è quello della National Academies of Sciences americana. Un gruppo di scienziati hanno dimostrato come interventi psicologici e sociali mirati, fatti soprattutto nelle scuole, abbassa notevolmente la percentuale di eventi di bullismo.

Grazie a questi programmi di prevenzione gli atti di bullismo sono calati del 20-23% e gli episodi di vittimizzazione del 17-20%.
Il metodo è semplice, provare a simulare episodi di bullismo rendendo però i ragazzi parte attiva nella difesa della vittima e gli insegnanti supervisori e supporto per i bambini.
La buona riuscita dipende dal fatto che i bambini o ragazzi provano cosa significa essere vittime ma anche far parte di un gruppo che ti sostiene.
In questo modo l’ammirazione che spesso il gruppo riserva al bullo viene a mancare e prevale la positività di far parte di un gruppo che sostiene ed aiuta.
Importantissimo resta comunque l’aggiornamento degli insegnanti e dei genitori. Figure senza le quali i ragazzi o i bambini non sono i grado di gestire alcune situazione.

Il corso di aggiornamento di Unicusano a Viterbo

Per aggiornarsi ed imparare le tecniche giuste Unicusano ha attivato un corso di perfezionamento ed aggiornamento professionale sul bullismo e cyberbullismo a Viterbo.
Il corso giusto per chi, genitore od insegnante, vuole capire di più, avere gli strumenti e rendersi parte attiva nella prevenzione di atti di bullismo.
Un corso fruibile anche tramite la piattaforma e-learning dell‘università.
Che garantisce una formazione di qualità, dato che tutti gli insegnanti sono esperti della materia.
Verranno affrontate tematiche fondamentali come:

  • Osservazione pedagogica della devianza minorile
  • La dipendenza dai media: dal bullismo al cyberbullismo
  • Sociologia della famiglia
  • Nuove vie della prevenzione e dell’intervento educativo: la Peer&Media Education
  • La sicurezza in rete

Il materiale didattico viene fornito dall’università e messo a disposizione nell’area riservata di ciascun corsista. Un modo flessibile e completo per perfezionarsi ed aggiornarsi.

Se il corso è quello che stavi cercando chiedi maggiori informazioni compilando il form qui accanto.
Perchè il cyberbullismo spiegato ai bambini nel modo giusto è l’inizio della soluzione del problema.

 

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento:
  1. attività istituzionali dell'Università: la stessa potrà raccogliere i Vostri dati personali inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei; potrà, pertanto, successivamente trattare i Vostri dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento per la scelta del percorso universitario;

  2. attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili;

  3. attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti.

Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è consultabile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Vi informiamo, a tal riguardo, che l’Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’Avvocato Daniela Sasanelli, ad ulteriore garanzia dei Vostri diritti e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo. Il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it.

Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessari per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che non è prevista nessuna diffusione a soggetti indeterminati. Per tali adempimenti i soggetti terzi verranno nominati responsabili del trattamento.

Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi

Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali sono necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a Voi studenti.

Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE)

Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, avete diritto ad essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale, il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento. Detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccetto il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. Vi informiamo, inoltre. che in base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dall’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che, limitatamente ad alcuni dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento, purché non inficiano l’instaurazione e/o prosecuzione del rapporto.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali