informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Allarme del Garante della Privacy sullo stato del web in Italia

Commenti disabilitati su Allarme del Garante della Privacy sullo stato del web in Italia Studiare a Viterbo

Come sta messo il web in Italia? Non troppo bene secondo la relazione del Garante della Privacy che ha fotografato le attività in rete del 2016. Prima di entrare nel dettaglio di questa polaroid, ci sentiamo di avvertirvi che, a linee generali, il grido è d’allarme per una nazione che è passata recentemente dall’analfabetizzazione digitale all’uso (spropositato) dei social network lasciandosi dietro diversi gap da colmare. Il problema principale è che sul mercato agiscono “alcuni fratelli che governano la rete che poi sono un numero esiguo di aziende, monopoliste del web, che possiede un patrimonio di conoscenza gigantesco e dispone di tutti i mezzi per indirizzare la propria influenza verso ciascuno di noi, con la conseguenza che un numero sempre più grande di persone – tendenzialmente l’umanità intera – potrà subire condizionamenti decisivi”. Visto che il tema riguarda tutti, e quindi anche voi, non perdete l’occasione di saperne di più con questa mini-guida che vi spiega anche come la formazione di Unicusano Viterbo potrebbe aiutarvi ad uscire da questo pantano. Buona lettura.

L’anno scorso è stato importante per quanto concerne il lavoro del Garante della Privacy sul web. Si è occupato seriamente della protezione dei dati online, partendo dai grandi motori di ricerca e dai social network. Google ha seguito il protocollo sottoscritto con il Garante stesso per trattare i dati degli utenti secondo normativa italiana e a Facebook è stato imposto di bloccare i falsi profili (i cosiddetti fake) definiti “autismo informativo”.

Ottime premesse ma non ottima situazione attuale. La relazione delle attività in rete degli italiani nel 2016, infatti, non è affatto buona. Stiamo per spiegarvi perché ma, prima, è importante che capiate che questo tema poi lo dovrete integrare con le informazioni degli articoli del nostro blog tematico universitario di Viterbo e con le risposte alle domande che ci potete fare in qualsiasi momento (e su qualsiasi tema) un apposito form informativo.

Vediamo, attraverso questa mini-guida, come si struttura questa tema tremendamente attuale.

Come ostacolare la pedopornografia

Il primo grande tallone d’Achille nostrano è il dilagare del fenomeno della pedopornografia di cui, sembra assurdo dirlo, siamo complici al 100%.

Il mercato pornografico  dei bimbi, infatti, si basa sulle fotografie che i genitori spontaneamente pubblicano ogni giorno sui social network creando, a loro insaputa e loro malgrado, un catalogo aggiornato per questi mostri.

Se volete sapere come ostacolare la pedopornografia, la prima azione forte che potete fare è auto-censurare la vostra voglia di mostrare la bellezza dei vostri figli in rete. Condivideteli nella vita reale o tramite protezioni precise e il traffico di sesso intorno ai minorenni subirà un fortissimo calo.

I danni economici degli attacchi informatici

Le tipologie degli hacker sono di due tipi: i buoni e i cattivi. I secondi sono quelli che, per diverse ragioni, creano feroci attacchi informatici che destabilizzano il sistema.

Quello che preoccupa il Garante della Privacy circa questa piaga del web sono i risvolti pratici sui bilanci delle imprese.

I danni economici degli attacchi informatici del 2016 ammontano a circa 9 miliardi di euro che contribuiscono a far rimanere forte la crisi nel nostro paese. Bisogna alzare gli scudi per arginare queste perdite e bisogna farlo nel futuro più immediato.

Il successo del telemarketing selvaggio

Il commercio online ha avuto grande successo anche in Italia dopo che la tecnologia ha finalmente raggiunto un livello accettabile in quanto a sovrastrutture e dopo che la transazioni economiche si sono fatte più sicure (grazie alle carte prepagate e alle assicurazioni bancarie in merito).

Il problema è che , parallelamente, c’è stato anche il successo del telemarketing selvaggio con aziende che nascono e muoiono il tempo di una truffa e che vendono prodotti privi di alcun controllo Cee.

La lotta al telemarketing selvaggio passa per le multe. Solo l’anno scorso ne sono state somministrate per 2,6 milioni di euro ma è solo l’inizio di una guerra che si preannuncia lunga e che richiederà anche il vostro supporto.

Il corso in Digital Marketing

In questo scenario di forte cambiamenti non potete non pensare di inserirvi, in un futuro prossimo, in quanto professionisti e quindi col giusto know-how.

La formazione sul Digital Marketing ve la fornisce Unicusano Viterbo con una serie di corsi ad hoc che partono dal primo livello ma poi vanno avanti e che si strutturano nel seguente bouquet didattico:

Ecco le materie che studierete per diventare esperti di marketing digitale:

  • Gli scenari economici, tecnologici e sociali dell’industria dei media;
  • Fondamenti di web marketing: approccio strategico, evoluzione e caratteristiche degli strumenti digitali (search, social e mobile), panorama attuale;
  • Search Marketing: Fondamenti di SEO, keyword advertising e contenuti;
  • Onine Advertising: fare pubblicità sul web. Adwords, Facebook, Email marketing, retargeting, RTB e tutti gli strumenti dell’outbound marketing;
  • Social Media Marketing;
  • Mobile Marketing.

Ora che questa relazione del Garante della Privacy sul web in Italia nel 2016 vi ha un po’ aperto gli occhi, non dovete fermarvi alle nostre parole ma seguire il consiglio che vi abbiamo dati in apertura e cioè andare più a fondo sul tema tra rete e nostri canali social network.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento:
  1. attività istituzionali dell'Università: la stessa potrà raccogliere i Vostri dati personali inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei; potrà, pertanto, successivamente trattare i Vostri dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento per la scelta del percorso universitario;

  2. attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili;

  3. attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti.

Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è consultabile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Vi informiamo, a tal riguardo, che l’Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’Avvocato Daniela Sasanelli, ad ulteriore garanzia dei Vostri diritti e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo. Il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it.

Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessari per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che non è prevista nessuna diffusione a soggetti indeterminati. Per tali adempimenti i soggetti terzi verranno nominati responsabili del trattamento.

Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi

Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali sono necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a Voi studenti.

Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE)

Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, avete diritto ad essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale, il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento. Detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccetto il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. Vi informiamo, inoltre. che in base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dall’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che, limitatamente ad alcuni dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento, purché non inficiano l’instaurazione e/o prosecuzione del rapporto.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali