informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Bere di più aiuta a studiare meglio all’università: ecco perché

Commenti disabilitati su Bere di più aiuta a studiare meglio all’università: ecco perché Studiare a Viterbo

Il tuo metodo di studio attuale non ti sembra abbastanza efficace?

Devi sapere che l’organizzazione in questo ambito è fondamentale. Così come curare la propria alimentazione e il proprio corpo, magari facendo un po’ di sport.

Come dicevano i latini, infatti, mens sana in corpore sano. È una massima utile a capire anche come studiare bene all’Università.

Curare la propria alimentazione, anche con delle buone ricette low cost per studenti, ma non solo.

Anche bere acqua è molto importante per studiare come si deve.

L’acqua infatti aiuta la memoria e l’attenzione. E, di conseguenza, la motivazione allo studio.

In questo articolo scopriremo insieme a te come concentrarsi nello studio con il più naturale dei metodi: l’H2O.

Ma non solo, andremo ad analizzare tutti quelli aspetti utili a rendere più profittevole e meno stressante la tua permanenza sui libri.

Speriamo di aiutarti a trovare il metodo di studio efficace fatto su misura per te. In modo che tu non debba più ripeterti “oggi non riesco a studiare“.

Andiamo subito a vedere nel dettaglio cosa fare per ottenere dei buoni risultati.

Organizzazione, acqua e sport: ecco come studiare meglio

Come abbiamo accennato, i trucchi che possono farti capire come studiare bene consistono in 3 semplici mosse: una buona gestione e organizzazione del tuo tempo, attraverso un corretto metodo di studio universitario; mantenere il tuo corpo rilassato e allenato, studiando in un ambiente confortevole e ben illuminato e magari praticando un po’ di sport; curare come si deve la tua alimentazione e bere molta acqua.

Metodi per studiare e memorizzare: bere tanta acqua

I migliori metodi di studio, prevedono anche l’assunzione di una buona quantità di acqua. Come dicevamo, bere può aiutarti molto nel preparare un esame, perché mantenere una corretta idratazione ti permette di alzare i livelli della tua concentrazione e di rafforzare le tue capacità mnemoniche.

Diverse ricerche, infatti, dimostrano che raggiunta la soglia del 2% del peso corporeo di disidratazione, si verifica un calo importante della memoria, sia a breve che a lungo termine. Bere acqua regolarmente, aiuta quindi ad evitare ciò e a mantenere in forma in tuo fisico e le tue qualità intellettive. Dissetati e apprenderai meglio, vedrai che come concentrarsi per studiare non sarà più un tuo problema.

Probabilmente adesso ti starai chiedendo: ma quanto acqua bisogna bere?

L’ideale sarebbe bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. In particolare nei periodi in prossimità di un esame.

E che tipo di acqua bisogna bere per studiare meglio? Ecco le caratteristiche essenziali per una buona acqua:

  1. Essere ricca di calcio, minerale fondamentale per muscoli, ossa e per tutto l’organismo. Aiuta anche la trasmissione degli impulsi nervosi;
  2. Avere una buona quantità di magnesio e di sodio, che aiutano a regolare il bilancio idrico.

Anche bere caffè può servire. La caffeina, rilasciando una sostanza chiamata norepinefrina, può incidere positivamente nel processo di formazione del ricordo. In parole povere: bere un caffè dopo aver studiato, può aiutarti a memorizzare meglio quanto hai appreso.

Non solo acqua: di cosa ha bisogno il tuo corpo per studiare

come studiare meglioVien da sé che oltre a bere la giusta quantità di acqua per idratare a dovere il tuo corpo, occorre curare anche la tua alimentazione da studente universitario e fare un po’ di attività fisica. Oltre a studiare in un posto comodo e funzionale. Ecco la seconda regola di questa nostra guida su come studiare meglio: prenditi cura di te stesso.

Inizia con una buona colazione al mattino. Metti in moto il tuo organismo e il tuo cervello, fornendogli il giusto mix di ciò di cui ha più bisogno:

  • Carboidrati;
  • Fibre;
  • Proteine;
  • Sali Minerali;
  • Zuccheri.

I migliori metodi per studiare iniziano da qui, prima ancora di prendere i libri.

A pranzo, invece, mangia abbastanza da recuperare e immagazzinare le energie di cui hai bisogno per fare fronte ad un intenso pomeriggio di studio. Ma non esagerare, se ti appesantisci in maniera eccessiva puoi andare incontro a pesanti cali di concentrazione.

Ricorda che il pranzo ideale deve prevedere una giusta proporzione di:

  • Carboidrati;
  • Proteine;
  • Grassi

Ricordati, inoltre di calibrare il pranzo e cena. La cosa migliore da fare sarebbe basare un pasto sui carboidrati e l’altro sulle proteine. E, ovviamente, non dimenticare l’acqua.

Soprattutto se il giorno dopo hai un esame, non appesantirti troppo la sera, per evitare di dormire male.

I cibi migliori per la cena di uno studente? Minestroni, passate di verdura e pesce. Vanno bene anche riso e pasta, magari evitando di mangiarli lo stesso giorno anche pranzo. Puoi concederti tranquillamente pure la pizza, ma meglio il sabato sera.

Come studiare e fare sport: prenditi cura di te stesso

Idrati, mangia bene e prenditi cura del tuo corpo. Presentarsi ad un esame ridotto come uno straccio non è un buon segnale: non infondi fiducia in chi ti ascolta e potresti non ricordare nulla.

Gestisci bene il tempo da dedicare allo studio e cerca di tenere rilassati i tuoi muscoli e la tua mente. Per fare ciò studia in un ambiente confortevole, comodo e ben illuminato. Anche studiare con la musica a volte può far bene, soprattutto se ti aiuta a concentrarti. Concediti qualche pausa, magari per fare attività fisica o una bella passeggiata all’aperto.

Gli sport migliori da praticare in questo caso, oltre alla  palestra, sono quelli di squadra, possibilmente che prevedano l’utilizzo della palla. In alternativa, vanno bene anche attività sportive basate su competizioni a due.

Ecco alcuni esempi:

  • Basket
  • Calcio
  • Pallavolo
  • Pallamano
  • Rugby
  • Karate
  • Judo
  • Scherma

Non dimenticare di accompagnare il tutto con un po’ di aerobica e di stretching. E, anche in questo caso, idrata il tuo corpo a dovere con la giusta quantità di acqua.

Metodi per studiare: dalla gestione del tempo alle app

A meno che tu non sia costretto, non ridurti a studiare di notte, ma cerca l’orario migliore per studiare. Anche se, per necessità, dovessi cercare di capire come studiare in poco tempo.

Studia meno studia meglio può non rappresentare sol un motto, se riesci ad organizzare un metodo di studio veloce che parta da ciò di cui abbiamo parlato fino a questo momento. Se vuoi ottimizzare i tempi, devi essere al massimo della tua forma psico-fisica. E come abbiamo visto bere acqua, seguire una “dieta” da studente e prenderti cura del tuo corpo, sono pratiche finalizzate a questo.

Non ti resta che aggiungere una buona pianificazione dello studio e della gestione del tuo tempo. Se non sai come fare o proprio non riesci ad organizzarti come si deve in questo senso, chiedi aiuto al tuo smartphone. Valuta l’opportunità di affidarti alle tante app disponibili per i tuoi dispositivi mobili, pensate apposta per coadiuvare l’organizzazione dello studio o per facilitare l’apprendimento.

Se sei iscritto ad uno dei corsi di laurea online dell’Università Cusano hai un ulteriore strumento a tuo vantaggio che ti aiuta a studiare meglio. Grazie all’e-learning puoi infatti seguire on line tutte le lezioni e rivederle ogni volta che ne hai bisogno. Puoi usufruire di questo servizio ovunque ti trovi: dalla tua scrivania di casa o in vacanza. Una facilitazione organizzativa non da poco.

Adesso hai più chiaro come studiare meglio all’Università? Prova a seguire i nostri consigli, bevi un bel bicchiere d’acqua e mettiti a studiare Vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento:
  1. attività istituzionali dell'Università: la stessa potrà raccogliere i Vostri dati personali inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei; potrà, pertanto, successivamente trattare i Vostri dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento per la scelta del percorso universitario;

  2. attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili;

  3. attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti.

Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è consultabile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Vi informiamo, a tal riguardo, che l’Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’Avvocato Daniela Sasanelli, ad ulteriore garanzia dei Vostri diritti e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo. Il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it.

Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessari per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che non è prevista nessuna diffusione a soggetti indeterminati. Per tali adempimenti i soggetti terzi verranno nominati responsabili del trattamento.

Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi

Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali sono necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a Voi studenti.

Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE)

Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, avete diritto ad essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale, il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento. Detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccetto il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. Vi informiamo, inoltre. che in base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dall’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che, limitatamente ad alcuni dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento, purché non inficiano l’instaurazione e/o prosecuzione del rapporto.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali