informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Esame universitario scritto: come funziona e come prepararsi al meglio

Commenti disabilitati su Esame universitario scritto: come funziona e come prepararsi al meglio Studiare a Viterbo

Se sei uno studente iscritto all’Università online Niccolò Cusano di Viterbo e stai per affrontare un esame universitario scritto, sappi che oggi puoi considerarti fortunato. Il nostro staff ha ideato una guida utile per sapere come funziona un esame scritto e come prepararsi al meglio.

Se l’ansia ha iniziato a farsi sentire, puoi metterla da parte e tranquillizzarti. Qui troverai tutto quello che c’è da sapere per affrontare un esame universitario scritto con successo.

Esame universitario scritto: come affrontarlo?

L’ansia da esame universitario è sempre in agguato. Quando si preparano gli esami, specie all’inizio del percorso universitario, non è facile mantenere la calma. A volte può succedere che l’emozione in sede di esame o la fretta nella preparazione dell’esame possano giocare brutti scherzi.

Con questa nostra breve guida, ti dimostreremo che prepararsi per un esame universitario con serenità ed affrontare il test scritto con calma è possibile.

Prima di tutto però riteniamo doveroso fare una premessa con alcuni consigli utili che ti aiuteranno a superare il tuo esame scritto all’università.

Ecco 5 regole d’oro da ricordare sempre, ad ogni esame scritto:

  1. tenere sotto controllo il tempo a disposizione
  2. dare una lettura generale alle domande
  3. prendere confidenza con le domande
  4. non rispondere di getto
  5. non agitarsi se si ha la sensazione di non sapere le risposte

Queste che ti abbiamo presentato sono regole generali. Vediamo ora come funzionano gli esami scritti e come affrontarti al meglio. Per farlo, partiamo subito da una distinzione:

  1. test a risposta multipla
  2. test a risposta aperta

Entriamo nel dettaglio.

esame universitario scritto test

DepositPhoto.com/alesx_skp

Esame universitario scritto: il test a risposta multipla

Partiamo dalla prima categoria, ovvero quella dei test a risposta multipla. In questo tipo di esame scritto il candidato è chiamato a rispondere alle domande scegliendo la risposta tra più opzioni. Si tratta di una tipologia di esame scritto per il quale il tempo a disposizione è solitamente ridotto rispetto all’altra categoria. Apparentemente il test a risposta multipla (o chiusa) risulta essere più facile, in fondo si tratta di individuare la risposta corretta tra opzioni errate. Eppure sbagliare in questo caso non è poi tanto raro. Sai perché? Perché la tendenza, o meglio l’errore, che si commette è quello di affrontare l’esame con meno attenzione. Al contrario, ti suggeriamo di prestare attenzione alle domande. Pensa che basta non accorgersi di una parola per dare la risposta errata.

Come comportarsi dunque quando ci viene consegnato il test con domande a risposta chiusa?

La prima cosa da fare, come già detto è mettere da parte l’agitazione, concentrarsi e gestire il tempo a disposizione.

Una volta che avrai trovato la giusta calma, ti consigliamo di:

  • leggere con estrema attenzione la domanda e riflettere sulle opzioni indicate
  • mettere da parte le domande di cui non siamo certi
  • prendere una matita e rispondere intanto alle domande di cui abbiamo certezza assoluta
  • tornare sulle domande accantonate e riflettere ancora meglio sulle possibili risposte
  • confermare con la penna le risposte date

Un consiglio che ti diamo è anche quello di verificare il tipo di sistema di punteggio delle domande. Ad esempio, se la risposta errata non incide sul punteggio, prova con la sorte. Al contrario, è preferibile lasciare la risposta in bianco.

Ricorda sempre che è importante leggere le domande con calma e dedicare tempo anche alla lettura delle risposte date, al fine di evitare errori. Non gettarti di corsa sulle risposte, ma prenditi il giusto tempo senza fretta.

Esame universitario scritto: il test a risposta aperta

L’altra tipologia di esame universitario scritto è quella del test a risposta aperta. Si tratta di un tipo di esame scritto che mette più agitazione rispetto a quello a risposta multipla. In questo caso infatti il candidato non può ricorrere alla sorte e alla fortuna di piazzare un X nella casella giusta. In sede di esame scritto a risposta aperta, lo studente è chiamato a rispondere argomentando la risposta alla domanda.

Solitamente questo tipo di test viene svolto in tempi più lunghi ed il numero di domande è inferiore rispetto a quello dei test a risposta chiusa.

Quali sono dunque i consigli e le modalità per affrontare al meglio questo genere di esame universitario scritto?

Ecco alcune indicazioni da seguire:

  • ascoltare attentamente le istruzioni del docente
  • controllare il tempo a disposizione
  • leggere con grande attenzione le domande per comprendere al meglio la richiesta
  • iniziare a rispondere alla domande di cui ti senti più sicuro
  • evitare di andare fuori tema
  • rispondere in modo chiaro e preciso evitando inutili giri di parole
  • rileggere attentamente le risposte prima di consegnare il test, al fine di ricontrollare non solo il senso e la correttezza delle risposte, ma anche la grammatica e la sintassi

Se trovi difficoltà e non riesci a rispondere, valuta se sia preferibile o meno tralasciare la domanda.

Ora che sai come funzionano gli esami universitari scritti all’università e come prepararsi al meglio, ti senti pronto per affrontare nuove sfide? Se stai pensando di lanciarti in una sessione di studio estremo, iniziando a studiare di notte, ecco alcuni motivi per non farlo.

Credits immagine: DepositPhoto.com/gstockstudio

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento:
  1. attività istituzionali dell'Università: la stessa potrà raccogliere i Vostri dati personali inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei; potrà, pertanto, successivamente trattare i Vostri dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento per la scelta del percorso universitario;

  2. attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili;

  3. attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti.

Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è consultabile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Vi informiamo, a tal riguardo, che l’Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’Avvocato Daniela Sasanelli, ad ulteriore garanzia dei Vostri diritti e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo. Il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it.

Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessari per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che non è prevista nessuna diffusione a soggetti indeterminati. Per tali adempimenti i soggetti terzi verranno nominati responsabili del trattamento.

Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi

Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali sono necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a Voi studenti.

Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE)

Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, avete diritto ad essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale, il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento. Detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccetto il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. Vi informiamo, inoltre. che in base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dall’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che, limitatamente ad alcuni dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento, purché non inficiano l’instaurazione e/o prosecuzione del rapporto.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali